Il silicone è considerato da tutti, addetti ai lavori e non, il materiale sigillante per eccellenza. Quando lo si usa è veramente difficile non farlo uscire dai bordi e l'unica maniera per rendere le superfici maggiormente omogenee è rimuovere quello in eccesso. Questa pratica viene utilizzata soprattutto nel caso in cui il silicone viene utilizzato per sigillare bo doccia, finestre, vetrate e tanto altro.

La maniera più comune per eliminare questi eccessi di silicone è utilizzare strumenti come raschietti e taglierini, che però non sono adatti a ogni superficie. Al fine di facilitare questo compito, in seguito saranno elencati i pochi e semplici passi per rimuovere il silicone dal box doccia, consigliati anche dai tecnici di idraulico-roma.me, idraulico con sede a Roma disponibile a parlare con noi di questo argomento.

Togliere il silicone fresco o asciutto

Prima di iniziare a parlare delle diverse tecniche di rimozione del silicone in eccesso, è doveroso dire che è possibile effettuare quest'operazione sia quando il silicone è fresco, e quindi appena applicato, sia quando il silicone è asciutto.

Nel caso il silicone sia ancora fresco è possibile rimuoverlo solamente utilizzando degli stracci asciutti. Se invece ci si rende conto della sbavatura effettuata proprio nel momento in cui il silicone sta iniziando ad avere presa, bisogna aspettare che lo stesso si asciughi del tutto e, in seguito, rimuoverlo aiutandosi con un taglierino. In questo caso, è di fondamentale importanza però fare molta cautela. Utilizzare il taglierino con eccessiva forza potrebbe infatti provocare gravi graffi sulla superficie del box doccia, rovinandolo in maniera irreparabile. Molto spesso però, applicare del silicone per sigillare il vetro del box doccia poterebbe significare far cadere un po' di questa sostanza sulle mattonelle presenti dentro la doccia la stessa o subito al di fuori. Per le macchi di silicone sulle mattonelle, l'alleato ideale è il raschietto, da utilizzare senza alcun composto chimico e con molta pazienza.

Se invece si desidera rimuovere il silicone già da asciutto è necessario renderlo nuovamente morbido. Esistono diversi metodi, tra cui utilizzare il phon impostato al massimo calore, spruzzarci dell'acqua calda o poggiarci delle pezze bagnate per qualche giorno. Rendere il silicone più morbido permetterà di non graffiare la superficie del box doccia e richiede l'utilizzo poi di strumenti come taglierino o spatola professionale.

Alle volte però, utilizzare il taglierino può comportare diversi rischi, soprattutto se si non è sufficientemente attenti e se non si prendono le giuste precauzioni. Proprio per questa ragione, nel paragrafo successivi, verranno introdotti alcuni importanti accorgimetni da prendere quando si usa il taglierino.

Quali precauzioni prendere?

Come anticipato in precedenza, è doveroso prendere alcune precauzioni quando si utilizza il taglierino. Innanzitutto è necessario non posizionare mai la punta del taglierino perpendicolarmente alla superficie e non effettuare mai tagli particolarmente profondi. Al momento del taglio è invece preferibile incidere il silicone solamente nel lato inferiore e in quello superiore, così da poterlo rimuovere facilmente con le mani. A questo passaggio, resisteranno però alcuni residui di silicone, che fortunatamente possono essere rimossi con altrettanta facilità. Questo passaggio richiede l'utilizzo di un panno, che andrà imbevuto in sostanze alcoliche e passato sulla superficie. Bisogna però prestare particolare attenzione alla sostanza scelta, in quanto quella sbagliata potrebbe rovinare la superficie del box.