Come scegliere il box doccia giusto per il tuo bagno

Come scegliere il box doccia giusto per il tuo bagno

L'angolo doccia è il fulcro del tuo bagno. L'impatto visivo che offre può letteralmente cambiare l'estetica della stanza da bagno, per questo è importante sceglierlo con cura per ottenere l'aspetto che desideri.

Il processo di scelta tuttavia non deve essere difficile, ed è bene sapersi orientare nei cataloghi per ordinare l'articolo giusto. Proprio per questo abbiamo creato questa semplice guida per aiutarti a scegliere il box doccia perfetto.

Passo 1: Quale forma ha la tua doccia?

Sia che si intervenga su un bagno esistente, sia che si stia ristrutturando completamente l'ambiente, la prima cosa da fare è identificare quale tipo di box doccia installeremo.

Tipologia di box doccia per installazione

Porta doccia per nicchia: Questa tipologia prevede un unico lato da installare tra due muri, e di solito si usa quando si realizza un angolo doccia un muratura.

Vedi tutte le porte doccia

Box doccia ad angolo: Il tipo di installazione più diffusa è la doccia ad angolo, e può essere quadrata, rettangolare o semicircolare in base agli spazi disponibili ed al piatto doccia scelto.

Vedi tutti i box doccia angolari

Parete doccia walk in: Novità degli ultimi anni, la parete doccia walk-in prevede l'installazione di un singolo vetro su un lato del piatto doccia, normalmente quello lungo, lasciando libero il lato corto che diventa così l'ingresso al vano doccia.

Vedi tutte le pareti doccia Walk in

Box doccia tre lati: Quando si realizza una doccia al centro di una parete, è necessario realizzare un box doccia con due pannelli laterali ed uno frontale.

Vedi tutti i box doccia tre lati

Passo 2: Come vuoi entrare nella doccia?

Sembra una domanda banale, ma valutare bene il tipo di apertura del box doccia fa una grande differenza non momento in cui si usa.

Tipi di aperture per box doccia

Anta battente: La classica apertura della porta, proprio come quelle di casa. Questa porta si apre verso l'esterno o verso l'interno in base al modello scelto.

Anta a libro: Questa tipologia di porta offre il grande vantaggio di garantire un ampio spazio di ingresso ed allo stesso tempo ingombra poco spazio all'interno della doccia

Anta scorrevole: La porta scorrevole non ingombra spazio ne all'interno ne all'esterno del box doccia. I box doccia con anta scorrevole possono avere l'apertura su un solo lato, e quindi ad ingresso frontale, oppure su entrambi i lati (apertura angolare).

Porta saloon: Come dice il nome, questo tipo di apertura ha la particolarità di poter essere aperta sia verso l'interno sia verso l'esterno. Permette di sfruttare quasi tutto lo spazio disponibile per l'ingresso in doccia e facilita entrata ed uscita.

Passo 3: Scegli la finitura del vetro

Il tipo di cristallo che sceglierai per il tuo box doccia determinerà il grado di privacy che desideri.

Trasparente: Lascia passare molta luce naturale ed è la finitura più utilizzata. A sua volta, un box doccia trasparente può essere standard o con trattamento anticalcare, che aiuta a mantenere pulita la cabina doccia evitando che le impurità aderiscano al vetro.

Opaco: Il box doccia opaco garantisce un alto livello di privacy. Può essere a sua volta suddiviso in opaco ruvido, satinato (bassissima ruvidità) e acidato.

Fumè: Molto ricercati, i box doccia fumè oltre a garantire un buon livello di privacy, sono estremamente eleganti e donano un tocco di eleganza alla stanza da bagno.

Serigrafato: Il cristallo serigrafato è per lo più un vetro trasparente con una o più strisce opache a mezza altezza. Un compromesso per chi non vuole rinunciare ne alla privacy ne alla luce naturale.

Passo 4: Altre personalizzazioni

Per i più esigenti è possibile scegliere ulteriori opzioni, che variano in base ai gusti personali ed allo stile di arredo scelto per il bagno:

Tipo di struttura: I box doccia in commercio possono prevedere un telaio tutto intorno, che incornicia la struttura, o possono essere "frameless" ossia con il telaio di supporto ridotto al minimo

Colore dei profili: Il mercato oggi si è arricchito di una gamma infinita di colori con cui realizzare i profili dei box doccia, ma i più diffusi sono il cromato, il nero, l'oro e il bianco.

Passo 5: Prendere le misure

Prendere bene le misure di installazione è importante per raggiungere il risultato desiderato. Tutti i box doccia hanno una tolleranza di installazione, ossia hanno delle misure minime e massime che consentono l'installazione anche in caso di muri fuori squadro. Vediamo come effettuare le misurazioni:

Porte doccia per nicchia: Per identificare la misura corretta è necessario effettuare 3 misurazioni. La prima va presa alla base, la seconda a metà altezza e la terza alla massima altezza di installazione. Questo ti consentirà di avere la dimensione minima e massima di installazione.

Box doccia angolari: Per questa tipologia è importante prendere la misura partendo dal muro fino al bordo esterno del piatto, per entrambi i lati.

Box doccia tre lati centro stanza: La misura più importante da prendere in questo caso è quella dei lati perpendicolari al muro.

Con le misure effettuate, potrai verificare le tolleranze di installazione riportate per ogni box doccia e scegliere quello che più si adatta. Se vuoi un supporto puoi contattarci a questa pagina.